I VIAGGIATORI

I VIAGGIATORI

Sapete, i viaggiatori nel sangue, quelli che sono sempre in viaggio con la testa, che hanno bisogno di andare come dell’aria e dell’amore, quelli che desiderano proprio quel viaggio per aver sentito un odore, per aver visto una sola immagine meravigliosa, quelli che “in un granello di sabbia vedono un deserto”, che sentono dentro la potenza di un’alba e sanno distinguere un tramonto, ma non dai colori…quei viaggiatori non fanno solo viaggi dall’altra parte della Terra, no, no di certo!
Mentre preparano traversate che seguono piste leggendarie, viaggiano in microcosmi vicini, preziosi e unici.
Viaggiano come farebbero in capo al mondo, per poter godere della strada, del tempo, per far godere i sensi, tutti. Viaggiano attraverso storia e stupefacente bellezza, attraverso tradizioni attaccate alla realtà in cambiamento come serpi alla pietra, vedono popoli e trasformazioni epocali.
Esistono questi luoghi, dove l’uomo preferisce lasciar fare ancora un poco alla natura. I viaggiatori sanno riconoscerli. E li amano. Perchè lì trovano pace.
Prendete la bicicletta, portate l’essenziale, pedalate da casa a Cà Roman come attraversereste i fiordi lungo la Carretera Austral in Patagonia, arrivateci al tramonto, aspettate il buio e la notte.
Sentirete le voci del mare e del vento, vedrete un orizzonte che arriva tanto lontano.
Partirete anche voi, per un lungo, incredibile viaggio.
20280576_10213907838348974_3009083618440464487_o